Come montare una lampada a sospensione

Una cucina rustica, un tavolo da biliardo, un angolo bar ricco di dettagli: come si possono rendere impeccabili questi spazi e arredamenti? Con una lampada a sospensione, naturalmente! Questo oggetto è la soluzione perfetta se desideri illuminare un ambiente, senza rinunciare all’impatto estetico.

Se ti sei proprio deciso ad acquistarne una, ecco qualche utile suggerimento per montare una lampada a sospensione!

Lampade a sospensione: come scegliere quella giusta

I primi elementi da valutare quando scegli una lampada a sospensione è l’estensione dell’illuminazione e la grandezza della stanza. Vuoi illuminare un angolo in particolare o desideri che la luce invada la stanza in modo omogeneo?

Nel primo caso potrai scegliere uno o più piccoli lampadari a sospensione da inserire in un punto specifico della camera, nel secondo caso ti consigliamo di scegliere un accessorio più grande da collegare al centro del soffitto.

Non dimenticare che un lampadario troppo grande potrebbe rubare troppo spazio in una camera piccola.

Nel nostro blog scopri le regole per l’illuminazione della tua casa!

In seguito, bisogna capire a qual è l’altezza giusta per la tua lampada a sospensione. Al contrario dell’applique, questo tipo di luce ha un cavo che le permette di rimanere sospesa, dando un aspetto raffinato all’ambiente.

esempio di lampade a sospensione

Una delle prime domande che affiorano in mente quando si compra una lampada a sospensione è “quale sarà l’altezza giusta?” Questo dettaglio, apparentemente banale, potrebbe fare la differenza.

I lampadari generalmente vengono messi più in alto rispetto alle lampade piccole, che servono soprattutto per illuminare precisi punti dello spazio e vengono posti generalmente sopra un tavolo della cucina, un biliardo o nelle cucine ad isola. Assicurati in questo caso che l’altezza non disturbi chi sta tagliando le verdure, preparando la tavola o cercando di fare entrare una palla in buca.

L’importante è che la lampada non blocchi la visuale e non disturbi il passaggio o le normali attività.

Il modo migliore per assicurarti di questi due elementi è quello di appendere la lampada insieme ad un altra persona e fare delle prove di altezza: lei regola la lunghezza del filo, mentre tu, da una certa distanza, capisci meglio qual è l’altezza giusta.

Ora possiamo montare la lampada a sospensione!

Come montare un lampadario a sospensione

Montare un lampadario a sospensione è un’attività abbastanza facile, ma bisogna assicurarsi di avere una scala a libro, che permetta di arrivare in modo sicuro al soffitto e un gancio bello solido da avvitare al soffitto che sosterrà la lampada.

Per prima cosa ricorda che devi lavorare con fili elettrici, perciò scollega la corrente. Sali sulla scala con i tuoi attrezzi e cerca i fili elettrici che fuoriescono dal soffitto e poi collegali con la lampada: in questo caso ti servono nastro isolante o fascette, delle pinze, un cacciavite e una forbice per spelare i fili.

Devi collegare i cavi che trovi nel lampadario con quelli del soffitto attraverso i morsetti, stando attento ad abbinare i colori. Se un filo di un certo colore non è presente nel soffitto, tappalo con l’apposito cappuccio. Infine, metti la coppetta sui collegamenti tra i fili e stringi con le viti.

Il gioco è fatto, ma se ti sei perso qualche passaggio, ecco un video che spiega come montare una lampada a sospensione:

Ora puoi dedicarti alla scelta di una bella lampada per la tua casa. Nel nostro negozio online trovi tanti prodotti per l’illuminazione a sospensione dei tuoi ambienti!

Lascia un commento